Ferro fumarato

Il ferro è necessario per la sintesi di emoglobina.Il fabbisogno quotidiano è per l'uomo di 10 mg mentre per la donna di 18 mg.
Pur essendo presente in molti alimenti (carne, fegato, legumi, crostacei, frutta secca, vegetali verdi), la mancanza di ferro è la carenza di minerali più comune con una conseguente diminuzione di produzione di emoglobina.
I soggetti a rischio di carenza di ferro sono donne in gravidanza, le donne con cicli abbondanti e/o ravvicinati, le persone che hanno subito perdite di sangue, individui con ulcera, polipo al colon, cancro al colon, gli anziani. 
Quando la quantità di emoglobina nel sangue scende al di sotto del minimo necessario si crea una condizione chiamata anemia.
Il sintomo principale della maggior parte delle anemie è l'affaticamento.

Altri sintomi presenti sono:
  • Pallore cutaneo, compresa una diminuzione del colorito rosa di labbra, gengive, interno delle palpebre.
  • Tachicardia e dispnea in seguito ad un leggero sforzo
  • Capogiri, sensazione di testa leggera
  • Irritabilità 
Inizialmente l'anemia può essere tanto leggera da non venir considerata. Ma i segni e i sintomi aumentano d'intensità via via che le condizioni peggiorano.
L’integrazione con il ferro risolve queste sintomatologie migliorando i livelli ematici di emoglobina. 
La somministrazione del ferro in forma di fumarato ne aumenta l'assorbimento e la biodisponibilità. Riduce, inoltre, i possibili effetti negativi delle somministrazioni di ferro aumentandone la tollerabilità a livello gastrointestinale

Cerca

Area riservata

Inserisci la tua username e password per accedere all'area riservata.

Menu Utente

Prodotti in cui è contenuta